Rassegna online

News dal mondo del Real Estate

12 aprile 2012

(KNC)

Prestiti CDO settore commerciale sostenuti da tariffe basse  (Wall Street Journal)

New York. 11 aprile 2012. La maggior parte dei prestiti poggiano su alcuni tra i più complessi prodotti finanziari di protezione degli ammortamenti nel settore immobiliare commerciale, mantenendo i tassi di interesse al di sotto dei livelli di mercato, ma i rischi , secondo la Deutsche Bank, si rivelano quando i mutuatari cercano nuovi finanziamenti. Circa l'80% dei prestiti commerciali hanno attivato collateralmente dei debiti obbligazionari, noti anche come CRE CDO,  portando a tassi di interesse variabili che si sono tenuti bassi grazie alla media dei benchmark degli ultimi anni. Rispetto ad un finanziamento a tasso fisso, i costi del debito a tasso variabile sono diminuiti in un'epoca in cui le rendite di molte proprietà sono cadute. "Questa è una situazione in cui prestiti intrinsecamente rischiosi beneficiano enormemente dalla componente a tasso variabile", hanno detto gli analisti di DB lo scorso mercoledì. E’ “stupefacente” come le cedole obbligazionarie siano di molto inferiori a quelle che sarebbero oggi mediamente possibili con i tassi finanziari correntemente applicati.

 

Gli utili sui fondi immobiliari del Banco Espanol de Credito diminuiscono dell’88% (Bloomberg)

12 aprile 2012. Banesto (Banco Espanol de Credito SA), una unità operativa nel mercato retail appartenente al Banco Santander SA (SAN), ha comunicato che gli utili del primo trimestre sono scesi del 88%, consolidando gli effetti delle pressioni governative per l’aumento della offerta di credito nel settore immobiliare. L'utile netto è sceso a 20,2 milioni di euro  dai 169,5 milioni di euro di un anno fa, ha affermato la banca madrilena in una comunicazione agli enti regolatori effettuata oggi, pur superando la stima media di 6,43 milioni di euro ricavata da un sondaggio presso  quattro analisti di settore. Le banche spagnole si trovano ad affrontare il crollo della domanda e una vera e propria battaglia per evitare che altre sofferenze sui prestiti immobiliari mentre il paese scivola nella recessione. Banesto, il primo istituto finanziario spagnolo a comunicare gli utili trimestrali, ha inoltre comunicato di aver dovuto fare una provvista una tantum di 475 milioni di euro per coprire circa la metà del  miliardo di euro necessari per  rispettare la disposizione del governo alle banche per il maggior riconoscimento delle perdite nel settore finanziario.

 

Ora è il tempo di comprare una lussuosa villa in Grecia (Business Insider International)

11 aprile 2012.  Mentre la Grecia può essere in preda a una crisi finanziaria, non sembra però essere un mercato che ha risentito dei tremori dei mercati,  sta infatti performando meglio di quanto non fosse prevedibile nel settore immobiliare.

Nonostante gli scioperi aerei e la precaria situazione finanziaria, 15 milioni di turisti hanno visitato la Grecia nel 2010, in più rispetto al 2009, secondo i dati dell'Associazione delle imprese turistiche greche (SETE). E mentre alcuni villeggianti vengono per brevi vacanze, altri stanno cercando di approfittare della economicità delle vacanze in Grecia.

«Già lo scorso anno il numero di richieste, era tre volte quello che normalmente è," dice Georg Petras di Engel & Völkers  al giornale Die Welt , responsabile di un vero e proprio studio immobiliare di lusso situato nell’'isola di Rodi.

 

BNP rafforza presenza in USA (BNP Paribas Real Estate)

Continua la propria politica di espansione e rafforza la propria presenza in USA con la firma di un accordo con la statunitense Transwestern con uffici in 30 città incluse New York, Chicago, San Francisco, Dallas e Miami e con oltre 1750 dipendenti.

 

Canico Shopping Centre (Sonae Sierra)

Sonae Sierra, specialista internazionale degli shopping center, ha recentemente firmato un accordo per la gestione completa del “Canico Shopping Centre” a Madeira (trentunesimo asset gestito dalla società in Portogallo) con lo scopo di incrementarne le performance.

 

Manchester Metropolitan University (DTZ)

Dtz ha ricevuto un incarico, da parte della Manchester Metropolitan University per la fornitura di un servizio di consulenza in merito alla valorizzazione  - inclusa la vendita - di un pacchetto di asset  non più utili ai fini strumentali.



Pagine: 1
© Copyright Knowcastle s.r.l. - Tutti i diritti riservati